Devo dire che il mio modo di vivere, con l’avvento del Coronavirus, non è cambiato molto…
Per fortuna vivo in un contesto dove ho molto spazio e un giardino. È un luogo silenzioso che mi permette di concentrarmi sul mio lavoro.
Il Coronavirus ha accentuato lo stare fermi, il silenzio, in questi due mesi, mi ha dato una pace e un senso di eternità.

Giardino della casa-studio dell'artista
Giardino della casa-studio dell’artista

Per me l’artista è un lupo solitario, spesso coinvolto da urgenze interiori.
È proprio così: nelle passeggiate in solitaria ho osservato di più, ho ascoltato suoni che a volte per distrazione non sentivo, ho dialogato con le mie piante, ho letto molto… insomma, una vita un po’ monacale, però senza perdere di vista la situazione, il sentire gli altri artisti/amici, il rimanere aggiornata su quello che stava accadendo e tuttora succede…con più consapevolezza.

Interno della casa-studio dell'artista
Interno della casa-studio dell’artista
Particolare della casa-studio dell'artista
Particolare della casa-studio dell’artista

Sono sempre immersa nei miei abiti di carta e semi (da seminare in giardino!), nei misteri sempre nuovi ed inauditi della semina, del verde, del fiorire, intrigata dal far nascere in continuazione, sentendomi parte di un universo vitale e responsabile di esso.

"Abiti di carta e semi", le opere d'arte di Elvezia Allari da piantare in giardino
“Abiti di carta e semi”, le opere d’arte di Elvezia Allari da piantare in giardino

Nel frattempo, assieme all’artista Giusto Pilan, abbiamo sviluppato un nuovo progetto con il pane (vita che pulsa attraverso il lievito madre!), abbinato alla stampa. Altro, per ora, non voglio svelare…
In quanto ai sogni di ripartenza ne ho sempre tanti, ma quello che mi preme di più dire è che questa esperienza ci ha resi più empatici con l’altro e più consapevoli di dove viviamo.

Elvezia Allari

Web | www.elvezia-allari.it

Facebook | Elvezia Allari

Instagram | @elvezia_allari

possibili scenari #keepinart spazio rizzato

POSSIBILI SCENARI #KeepInArt è il progetto virtuale a cura di Gabriele Cavedon, tratto da un’idea di Alice Traforti. E’ il momento della creatività e con questo spirito nasce una rubrica a puntate settimanali, ideata e creata per raccontare storie di innovazione ed espressione artistica con gli artisti, gli autori e i performer che negli anni sono stati ospiti di Spazio Rizzato, trasformando la delicata situazione attuale in un’occasione di arricchimento culturale. Ogni venerdì un nuovo episodio, raccontato attraverso dei testi scritti dagli artisti e alcune immagini, per sapere come hanno vissuto durante il lock down, scoprire se l’avvento del Coronavirus ha cambiato le loro modalità di approccio al processo creativo e quali desideri e prospettive sognano per la ripartenza del mondo dell’Arte.

SCOPRIRE LE ALTRE STORIE

#spazioRIZZATO #KeepInArt